Avegno verso la nuova biblioteca

Nasce la Biblioteca “Edmondo De Amicis”: si cercano volontari

Sarà lo stabile della Scuola dell’Infanzia in via delle Mimose, al primo piano, ad ospitare la biblioteca comunale di Avegno.

Un progetto nuovo per il nostro comune, finalizzato in particolare ai bambini delle scuole elementari e ai ragazzi. Ma non solo, creare un punto di aggregazione sul territorio anche per i meno giovani.

Gli spazi saranno divisi in tre sezioni principali. Una prima sala sarà dedicata esclusivamente alla lettura con spazi per adulti e studenti. Una seconda sala ospiterà il banco della reception, le postazioni Internet e un’area bambini con i divani e le librerie, per vivere la lettura come momento di gioco e di socializzazione. Un’altra sala sarà dedicata all’archiviazione dei libri.

Intitolata allo scrittore ligure Edmondo De Amicis, autore del romanzo Cuore, uno dei testi più popolari della lettura per i ragazzi, rimasto nella memoria di tutti, la biblioteca custodirà una copia originale della prima edizione del libro.

«Stiamo predisponendo anche un programma di attività che permetta di conoscere i nuovi spazi.» – dichiara l’Assessore Santoro – «La biblioteca si aggiunge ad un fondamentale tassello al percorso di valorizzazione del nostro territorio che accompagnerà la crescita di tanti bambini e ragazzi. Stiamo lavorando all’allestimento della sede, c’è ancora molto da fare, simbolicamente vorremmo fare tutti insieme i lettori, i curiosi e i bibliotecari. Siamo fiduciosi che i nostri lettori saranno soddisfatti del risultato e del progetto che sta prendendo forma.»  E rivolge un messaggio personale a tutti:  «Quando leggete un libro, voi e l’autore siete soli insieme: solo voi due. Una biblioteca è un buon posto dove rifugiarsi se siete tristi perché lì, dentro un libro, potete trovare incoraggiamento e conforto. Una biblioteca è un posto dove andare se siete confusi o indecisi, perché nei libri potete trovare risposta alla vostra domanda. I libri sono una buona compagnia, nei tempi felici e in quelli  tristi, perché i libri sono persone… persone che sono riuscite a restare vive nascondendosi dentro la copertina di un libro.»

Inizialmente la biblioteca sarà aperta tre giorni alla settimana, pensando a quando i bambini della scuola elementare sono liberi.

Il Progetto Lettura sarà tra le prime iniziative a prendere il via per entusiasmare i piccini alla lettura, trasformandola in una piacevole pratica, fonte di informazione, di arricchimento culturale ed emotivo e motivo di svago. Il progetto lettura nasce dal concetto fondamentale che per stimolare la lettura sia necessario innanzitutto collaborare con tutta la comunità, accogliendo e valutando le proposte, rielaborandole insieme, inventando iniziative nuove che siano sempre più al passo con i tempi.

In questi giorni, con l’aiuto di alcuni volontari e la collaborazione della Pro Loco Avegno, si sta svolgendo il lavoro di catalogazione dei libri, delle video casette e di tutto il materiale utile. Tutti i libri sono stati donati per la maggior parte dal Centro del Sistema Bibliotecario della Città Metropolitana, dalle biblioteche dei comuni di Camogli, Casarza Ligure, Chiavari, Sestri Levante e da molti privati. I mobili sono stati donati per intero dall’azienda Zama Arredi di Carrate Brianza.

Chiunque sia interessato a far parte della catena può contattare Monica Razeto telefonando al numero 0185 799924 o recarsi direttamente agli uffici comunali.

L’inaugurazione è prevista a settembre la settimana prima dell’inizio della scuola e verrà comunicato prossimamente.

S.M.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *