Violenza contro le donne: una Conferenza ad Avegno

Una decina di esperti si riuniranno ad Avegno il 10 novembre per capire come affrontare il problema e soprattutto prevenire in modo efficace il fenomeno. Il ruolo fondamentale della conoscenza e dei centri antiviolenza.

Si aggiornano continuamente i fatti di cronaca sulla violenza contro le donne. Le segnalazioni arrivano un po’ da tutta Italia; cambiano i luoghi, le motivazioni e le dinamiche. Non cambiano i soggetti.

Tenere l’amara contabilità della violenza contro le donne è il primo passo per affrontarla: le cronache si attestano sul centinaio di femminicidi  annui in Italia (quasi una su tre giorni), ma poi ci sono tutte quelle violenze quotidiane spesso non denunciate, magari avvenute tra le mura domestiche. Violenze fisiche e non solo, violenze di amore malato, declinato ora come possesso ora come mancanza di stima, che sfocia in un abuso verso la donna.

E allora bisogna agire, e farlo prima che sia troppo tardi. Il prossimo 10 novembre, ad Avegno, l’Amministrazione Comunale, riunisce una decina di esperti per affrontare il dibattito Violenza: non voltiamole le spalle!

Obiettivo: affrontare l’emergenza e informare per prevenire. A partire dal coinvolgimento degli uomini, che non vanno tenuti a margine del discorso.

Fortemente voluta dall’Assessore Hugo Santoro, interverranno alla conferenza, la Dott.ssa Sonia Viale, Assessore alla Sanità e Vice Presidente della Regione Liguria; la Dott.ssa Cinzia Catzeddu, Funzionario Assistenza Socio Sanitaria alle fasce deboli, alle politiche sociali e alla famiglia della Regione Liguria; il Dott. Luca Scorza Azzarà, Sostituto Procuratore della Procura di Genova; il Dott. Marco Calì, Funzionario della Squadra Mobile di Genova; il Dott. Vittorio Gallo, Direttore Sociale del Distretto Socio Sanitario di Ge-Levante; Giorgio Picasso, Operatore Tecnico Soccorso 118 Ospedale San Martino di Genova; la  Dott.ssa Adele Dolci, autrice del libro Non mi fai più pauraMirko Da Boit, istruttore di arti marziali e di corsi di autodifesa.

La lotta alla violenza contro le donne non è fatta solo di emergenze  o di fatti che finiscono in cronaca nera: si deve lavorare di più e meglio sulla prevenzione di qualsiasi forma di abuso. E su questi temi la Conferenza di Avegno vuole offrire nuovi spunti e riflessioni.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *